Cos’è la Sabatini ter?

16.06.2017 • Redazione ML

Cos’è la Sabatini ter? E’ a norma sui beni strumentali istituita dall’articolo 2 D.L. 69/2013, rappresenta uno dei pilastri del Piano Nazionale Industria 4.0.

Che cos’è la Sabatini ter

Il governo ha creato nella Cassa Depositi e Prestiti un fondo ad hoc per favorire l’accesso al credito alle PMI che vogliono acquistare nuovi macchinari e software ad alto contenuto tecnologico. La Sabatini prevede che le banche finanzino l’acquisto di tali macchinari e software per la produzione attingendo dal fondo della CDP. Nel contempo il Governo si impegna a coprire parte degli interessi che l’azienda dovrà sostenere.

Che beni promuove la Sabatini ter?

La normativa promuove l’acquisto e la realizzazione di investimenti in tecnologie:

  • big data
  • cloud computing
  • banda ultralarga
  • cybersecurity
  • robotica avanzata e meccatronica
  • realtà aumentata
  • manifattura 4D
  • RFID
  • sistemi di tracciamento e pesatura rifiuti

E’ finalizzata ad accrescere la competitività del sistema produttivo italiano e a migliorare l’accesso al credito delle PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. La legge di bilancio 2017 ha prorogato fino al 31 dicembre 2018 il beneficio maggiorando del 30% il contributo per investimenti in Industria 4.0.

Le spese ammissibili riguardano l’acquisto, anche in leasing, di beni strumentali: oggetto di investimenti ordinari e investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (investimenti 4.0); destinati a strutture produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale; a uso produttivo e ubicati presso l’unità produttiva dell’impresa in cui è realizzato l’investimento.

A fronte del finanziamento è concessa un’agevolazione:

  • nella forma di contributo “in conto interessi”;
  • pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati in via convenzionale su un finanziamento della durata di 5 anni e di importo uguale all’investimento a un tasso d’interesse annuo pari a: 2,75% per gli investimenti ordinari;
  • 3,575% (maggiorazione del 30% rispetto al tasso previsto per gli investimenti ordinari) per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

Come accedere ai finanziamenti a tassi agevolati della Sabatini ter

Dallo scorso 1° marzo, le micro, piccole e medie imprese possono presentare le domande per accedere al contributo maggiorato della Sabatini-ter per gli investimenti in beni dell’Industria 4.0. Le istanze devono essere presentate, in formato elettronico, utilizzando il nuovo modulo (release 4.0), disponibile nella sezione “Beni strumentali (Nuova Sabatini)” del sito internet Mise.gov.

Il nuovo modello deve essere utilizzato anche per richiedere il contributo per gli investimenti ordinari, ossia diversi dagli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. Infatti, all’interno del nuovo modulo le imprese dovranno indicare la ripartizione tra: investimenti cosiddetti ordinari; investimenti in tecnologie digitali, sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (c.d. 4.0).

Le disposizioni si applicano sia alle domande presentate dal 1° marzo 2017, sia a quelle presentate prima di tale data, tenuto conto della fase a cui sono giunti i relativi procedimenti.

Torna all'archivio di "Agevolazioni agli Investimenti"

Iscriviti
alla Newsletter

Show Buttons
Hide Buttons