Noleggio operativo per le PMI: investire senza acquisire la proprietà

6.07.2017 • Redazione ML

È possibile avere a disposizione un bene necessario alla propria attività senza doverne sostenere l’intero costo d’acquisto?

Tra i prodotti finanziari è disponibile il Noleggio Operativo (conosciuto anche come Renting o Locazione).

E’ un’operazione a medio termine sempre più apprezzata dalle aziende, per gestire con facilità alcune criticità legate alla dotazione di quei macchinari e attrezzature ad elevata obsolescenza perché soggetti a frequente rinnovo tecnologico.

Il noleggio è una formula contrattuale tra due soggetti, locatore e locatario, che prevede il pagamento di un canone mensile o trimestrale al fine di godere di beni e servizi per una durata prestabilita.

La durata del contratto parte usualmente dai 12 mesi in su e rende possibile integrare con nuovi beni il contratto nel corso della sua vita e di rinnovare il proprio assetto produttivo ciclicamente, allineandosi alla tecnologia più attuale e incrementando la competitività.

A fine locazione inoltre sono possibili la restituzione del bene o l’estensione del contratto (proroga della durata).

Si rivela quindi la soluzione ideale per le società che vogliono pagare per l’utilizzo “pay for use” ma non sono interessate alla proprietà dei beni.

Generalmente, insieme al noleggio, si offre al cliente anche una serie di servizi aggiuntivi come la copertura assicurativa furto, incendio o danni accidentale per assorbire i rischi legati all’utilizzo del bene.

La scelta del noleggio rivela tanti vantaggi sia commerciali sia finanziari, vediamo quali.

  1. L’azienda ha la disponibilità di un bene senza sostenere l’onere dell’acquisto. Senza affrontare l’esborso iniziale ma un costo periodico per l’utilizzo dei beni. I Costi sono razionati e certi nel tempo con un conseguente aumento del potere di acquisto.
  2. Si ha una grande flessibilità evitando i rischi di obsolescenza, la gestione dello smaltimento dei beni e la possibilità di avere strumenti tecnologici aggiornati.
  3. I canoni di noleggio, assimilabili ad un puro costo operativo, sono sempre totalmente deducibili ai fini IRAP ed IRES, e vanno sempre a riduzione del reddito nella misura dei canoni di competenza dell’anno considerato.
  4. Il Noleggio operativo non rappresenta un debito (in caso di contabilità secondo standard italiani) per l’azienda ma solo un canone in conto economico non andando ad incidere sull’indebitamento della azienda.
  5. Nessun impegno della capacità di credito o di castelletti creditizi perché è un’operazione commerciale e non finanziaria. Il noleggio, in quanto contratto di godimento di un bene, non viene inserito in Centrali Rischi e, quindi, mantiene invariata per azienda o professionista la capacità di chiedere nuovo credito.

Tutti questi aspetti permettono una pianificazione aziendale e una migliore gestione e allocazione delle risorse, con il vantaggio di essere sempre tecnologicamente aggiornati e senza impegnare parte della liquidità disponibile.

Il noleggio rappresenta un’opportunità, richiede una valutazione che offre rispetto al possesso del bene la possibilità di aiutare e dare flessibilità gli investimenti delle PMI.

Torna all'archivio di "Leasing e Noleggio"
Show Buttons
Hide Buttons