Il leasing per rinnovare i dispositivi medici

14.03.2018 • Redazione ML

Avere dispositivi all’avanguardia è di fondamentale importanza in campo medico, un settore in continua evoluzione. Non sempre, però, le strumentazioni utilizzate sono adeguate, e nella maggior parte dei casi si entra in contatto con apparecchiatura tecnologicamente inferiori rispetto a quelle offerte dal mercato.

La soluzione ideale per rinnovare tali attrezzature è il leasing, uno strumento finanziario che permette di sostituire i propri macchinari senza versare in anticipo l’intero ammontare dell’acquisto e che prevede quindi l’ottenimento del bene tramite pagamento di un canone mensile.

I dati sui dispositivi medici

I dati pubblicati da Assobiomedica, delineano una situazione molto critica sullo stato di salute delle apparecchiature mediche. Oltre il 50% dei dispositivi per la diagnostica per immagini e quelli di elettro medicina, infatti, sono considerati obsoleti, con il conseguente aumento dei tempi di esecuzione degli esami e una minore accuratezza e precisione delle diagnosi per il paziente, ma anche un elevato dispendio di risorse da parte del Servizio Sanitario Nazionale, a causa dei costi di manutenzione.
L’obsolescenza dei dispositivi medici si rileva in egual misura da nord a sud, senza particolari differenze territoriali, ad eccezione delle unità mobili radiografiche digitali che, nel Centro Italia, risultano avere un’età maggiore rispetto a quelle delle altre aree del Paese. (ASSOBIOMEDICA – Osservatorio parco installato: le apparecchiature di diagnostica per immagini in Italia)
In media, infatti, questi macchinari hanno un’età di 6,6 anni, ampiamente superati nel campo dei mammografi e delle apparecchiature radiografiche, con rispettivamente 14,6 e 13,7 anni di vita.

Il leasing come soluzione

Per garantire il rinnovamento tecnologico, quindi, il ricorso al leasing appare nella maggior parte dei casi come la soluzione più adeguata, perché permette di restare al passo con la tecnologia, riducendo le spese che gravano sul bilancio.
La continua innovazione e la conseguente disponibilità di nuovi dispositivi con tecnologie più moderne, può inoltre avere un impatto positivo sull’intero funzionamento del sistema sanitario, garantendo una migliore capacità diagnostica, la riduzione dei tempi di esecuzione e il contenimento dei costi degli esami.
È quindi necessario investire per innovare le strutture sanitarie italiane, utilizzando tutti gli strumenti finanziari utili, messi a disposizione delle aziende del settore, favorendo la diffusione dell’Industria 4.0 che prevede numerosi incentivi fiscali per tutte quelle imprese che decidono di effettuare i propri investimenti tramite leasing.

Torna all'archivio di "Beni Medicali"
Show Buttons
Hide Buttons