Autotrasporti: il Ministero dell’Interno dà via libera al noleggio operativo senza conducente

15.05.2018 • Eva Vazzoler

Le imprese di autotrasporti hanno ricevuto parere positivo da parte del Ministero dell’Interno (Circolare 30 aprile 2018, n. 3531) nel fornire un proprio veicolo tramite il noleggio operativo senza conducente anche se su quest’ultimo è attivo un contratto di leasing finanziario.

Noleggio operativo, verso una mobilità sempre più condivisa

Fino a qualche anno fa l’acquisto di un mezzo di trasporto veniva considerato come un investimento importante e duraturo nel tempo. Ultimamente la tendenza sia delle imprese sia dei consumatori in senso più ampio sta evolvendo verso un’ottica di consumo sempre più pay per use. Trend emergenti negli ultimi 5/3 anni, come la mobilità condivisa sono in costante crescita e gli autoveicoli non vengono più visti come un bene da possedere e da acquistare ma come un bene da utilizzare a seconda delle esigenze e necessità del momento.
Diventa quindi naturale propendere per soluzioni come il leasing finanziario o il noleggio operativo.
Crescono, inoltre, le esigenze delle aziende e nei trasporti di forma contrattuali diverse dal semplice acquisto e possesso dei mezzi di trasporto.La normativa segue il passo con le esigenze delle imprese.
Il Ministero dell’Interno ha ufficialmente stabilito che imprese di autotrasporti in conto terzi che hanno in leasing finanziario un veicolo possono concederlo con il noleggio operativo senza conducente ad un’altra società secondo quanto indicato nell’articolo 84 del Codice della Strada.
La necessità di fare chiarezza deriva da interpretazioni differenti da parte degli organi di controllo.
Nel caso del noleggio operativo dei veicoli senza conducente nelle imprese di autotrasporti, di fatto si dà una risposta definitiva in campo applicativo che fino ad oggi non era stata ancora fornita.

Lo scenario europeo e quello nazionale

Le imprese di autotrasporti che offrono noleggio operativo dei propri veicoli con leasing finanziario si vedono regolate da due scenari di seguito illustrati e che hanno generato forti dubbi in passato.

Scenario europeo: per la normativa europea il noleggio operativo senza conducente può essere fatto se

  • il veicolo è immatricolato o messo in circolazione nello Stato membro dell’impresa locataria;
  • il veicolo è ad uso esclusivo dell’impresa locataria per tutta la durata del contratto di noleggio operativo;
  • sia l’impresa cedente che quella locataria, siano autorizzate ad esercitare l’attività di autotrasporto in conto terzi.

Scenario nazionale: per la normativa nazionale il noleggio operativo senza conducente dovrebbe essere fatto impresa di autotrasporti solo se questa possiede il veicolo.

Ma nel caso del leasing finanziario i veicoli e i rimorchi vengono immatricolati con il nome dell’impresa ma con la specifica sulla carta di circolazione del nominativo del locatario e della data di scadenza del contratto di leasing finanziario.

Sulla base del parere espresso dal Ministero dei trasporti e delle infrastrutture il ministero degli Interni conferma l’ammissibilità dell’operazione di locazione ai sensi dell’art. 84 del CDS del veicolo acquisito in leasing. Nessuna sanzione è quindi applicabile all’impresa di autotrasporto in conto terzi che acquista in leasing finanziario un veicolo e offre con il noleggio operativo ad un’altra impresa di trasporto ai sensi e nel rispetto dell’art. 84 CDS.
Il noleggio operativo senza conducente è possibile basandosi sul fatto che il veicolo in leasing, anche se formalmente non intestato all’impresa di autotrasporti che lo mette a disposizione, è da questa posseduto a tutti gli effetti.
La crescita del mercato del leasing finanziario e del noleggio operativo porta l’attenzione anche a livello normativo con la necessità di aggiornare o fare luce su alcuni aspetti normativi favorendone così l’utilizzo sotto numerosi aspetti come in questo caso.

Torna all'archivio di "Agevolazioni agli Investimenti"
Show Buttons
Hide Buttons