Auto elettriche: crescono le immatricolazioni leasing

21.05.2018 • Salvatore Saladino

Il comparto delle auto elettriche acquistate in leasing è cresciuto nel quadrimestre del 64,8%, anche se si parla ancora di piccoli volumi: si passa da 125 vendite nel 2017 alle 206 del 2018. La classifica delle elettriche vede al primo posto da gennaio ad aprile la Smart ForTwo (75 unità), seguita da una coppia di Tesla (la Model S con 55 e la Model X con 30). Il comparto delle ibride, invece, ha fatto segnare un piccolo passo indietro: -8,1%, da 1.208 a 1.111 unità. Nella graduatoria delle ibride, le prime nove posizioni sono appannaggio del Gruppo Toyota, con l’unica Kia (la Niro) al decimo posto. Il modello più leasingato tra le ibride è la Toyota Rav4 (286 esemplari, in crescita del 50%), seguito dalla C-HR (anch’essa con vendite migliori rispetto al 2017). Terza è la Yaris, le cui vendite sono in flessione di oltre il 30%.

 

In generale ad aprile le immatricolazioni di leasing sono state 3.763 (Passenger Cars più Light Commercial Vehicles), a fronte delle 14.730 dello stesso periodo del 2017. Nel cumulato del quadrimestre, il disavanzo è del 23,7%. Nel comparto Passenger Cars la flessione di aprile è stata un po’ più accentuata rispetto a quella degli LCV: -76,3% contro -67,3%. Il confronto con il noleggio a lungo termine esprime tutta l’attuale differenza tra le due formule di acquisizione: il leasing prosegue l’andamento negativo, mentre il NLT prosegue la sua marcia verso traguardi sempre più importanti. Ad aprile il numero delle immatricolazioni è cresciuto del 20,1%, per complessive 26.920 immatricolazioni.

Tra le Passenger Cars, sostanziale pareggio tra il leasing dei Privati e delle Società ad aprile (1.246 rispetto a 1.265 nuove targhe), con un calo superiore ai 40 punti per entrambi questi canali. Il calo del mese, come del resto anche nel trimestre gennaio-marzo, è dovuto quasi esclusivamente all’azzeramento delle immatricolazioni ai player del rent-a-car che ad aprile 2017 avevano targato 6.556 vetture e nello stesso mese di quest’anno soltanto 123.  Su livelli trascurabili le intestazioni ai noleggi a lungo termine e al canale OEM e dealer. Al netto delle immatricolazioni agli NBT, dunque, il mercato del leasing auto mostrerebbe una perdita meno accentuata.

Nell’analisi su base regionale, il Trentino Alto Adige si conferma la regione in cui si fa maggiormente ricorso al leasing (ovviamente per una questione fiscale, dato che le due province autonome applicano l’importo base dell’Ipt all’atto dell’immatricolazione); al secondo posto c’è il Lazio, seguito da Piemonte, Lombardia, Toscana, Emilia-Romagna e Veneto. Trascurabili le immatricolazioni nelle altre regioni.

Nella graduatoria delle marche più “leasingate”, la Top Ten “assoluta” vede al comando Fiat, seguita da Mercedes, Peugeot, Volkswagen, BMW, Audi, Ford, Citroen, Nissan e Renault. Tra i modelli preferiti dai clienti del leasing, la classifica del primo quadrimestre 2018 vede 5 modelli di FCA al comando. Sono, nell’ordine: Fiat Panda, 500L, Iveco Daily, Fiat 500 e Tipo. Nelle posizioni di rincalzo, Smart ForTwo, Nissan Micra, Peugeot 308, Volkswagen Golf e Peugeot 208. Come si può vedere da questi risultati le numeriche delle auto elettriche sono ancora ben lontane rispetto a quelle dei modelli più venduti.

 

Torna all'archivio di "Auto e Veicoli"
Show Buttons
Hide Buttons