Iperammortamento e interconnessione, Il MiSE fa chiarezza

27.06.2018 • Redazione ML

Via libera da parte del Ministero dello Sviluppo economico (MiSE) all’Iperammortamento per i distributori automatici di cibi e bevande e per le macchine di sterilizzazione in ambito sanitario.

Sono due dei punti che emergono dalla Circolare n. 177355 del 23 maggio 2018 del Ministero, dove si fa chiarezza su alcuni aspetti legati ai beni agevolabili e all’interconnessione nell’iperammortamento.

Questi chiarimenti nascono dalle numerose domande pervenute al MiSE in questi mesi e dalla necessità di definire istruzioni operative ad integrazione delle “linee guida tecniche”.

L’attenzione verso l’Iperammortamento testimonia la riuscita di questa misura, la quale costituisce una leva importante, all’interno del modello “Industria 4.0”, nel passaggio evolutivo delle imprese verso una nuova forma di industrializzazione automatizzata.

Prima di entrare nel dettaglio del contenuto della Circolare, ricordiamo velocemente gli elementi chiave dell’iperammortamento:

  • Permette di fruire della maggiorazione (+50%) delle quote di ammortamento fiscalmente deducibili di un bene;
  • È applicabile per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, dispositivi e tecnologie acquistati anche in leasing, funzionali alla trasformazione delle imprese secondo il modello “Industria 4.0.”, interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura (tutti i beni sono elencati nell’allegato A della legge 232/2016).

Visto il forte legame dell’iperammortamento con la tecnologia e la sua applicazione in ambito industriale è naturale che la maggior parte degli aspetti trattati nella Circolare siano legati all’ammissibilità di alcune tipologie di macchinari o meno.

Gli aspetti che vedremo di seguito sono:

  • Periodo temporale di validità;
  • Macchine di sterilizzazione impiegate nel settore sanitario;
  • Distributori automatici.

 

Periodo temporale di validità dell’Iperammortamento – Tempo fino al 31 dicembre 2019 con anticipo nel 2018

 

Gli investimenti in beni strumentali nuovi di fabbrica, che rientrano nel piano “Industria 4.0” possono beneficiare dell’Iperammortamento se effettuati entro il 31 dicembre 2018 o completati entro il 31 dicembre 2019. Quest’ultima data è valida solo a condizione che entro la data del 31 dicembre 2018 il relativo ordine del bene risulti accettato dal fornitore e sia avvenuto il pagamento di un acconto pari almeno al 20% del costo di acquisto.

Inoltre nel caso di beni acquistati e messi in funzione nel 2017 e per i quali, non si è beneficiato dell’Iperammortamento perché valutato non applicabile, ma che sulla base dei nuovi chiarimenti risultino ammissibili, sarà possibile ricevere la quota relativa al 2017 a partire dal 2018 (Circolare n. 4/E del 2017).

Macchine di sterilizzazione impiegate nel settore sanitario – Si dell’iperammortamento a tutti i settori economici

Con la premessa che l’Iperammortamento è un’agevolazione fiscale potenzialmente applicabile a tutti i settori economici, incluso quello sanitario, è possibile classificare le macchine di sterilizzazione, che hanno come scopo funzionale quello del riutilizzo di attrezzature, utensili o altri beni strumentali nella categoria “macchine utensili di de-produzione e riconfezionamento per recuperare materiali e funzioni da scarti industriali e prodotti di ritorno a fine vita” (al punto elenco 7 del primo gruppo dell’allegato A) e includerle quindi tra i beni ammissibili.

Distributori automatici, anche loro sono da includere tra i beni ammortizzabili al 150%

I distributori automatici di nuova generazione possono usufruire dell’Iperammortamento.

Questo perché i distributori automatici di prodotti finiti e/o per la somministrazione di alimenti e bevande (vending machine) possono essere considerati a tutti gli effetti dei “negozi automatici”, in grado di prestare in modo automatizzato la vendita di prodotti finiti e/o la somministrazione di alimenti e bevande. Con questa definizione, è possibile classificare, nell’Allegato A, le vending machine tra i beni “magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica” (al punto 12 del primo gruppo dell’allegato A) e quindi abilitarli all’Iperammortamento.

 

 

*Fonte: Ministero dell’Economia e dello Sviluppo (MiSE) – per tutti gli approfondimenti si rimanda alla Circolare n. 177355 del 23 maggio 2018.
Torna all'archivio di "Beni Tecnologici"
Show Buttons
Hide Buttons