Intervista a Henry Sichel – Caffeina

19.12.2018 • Beatrice Maurizi

Abbiamo intervistato Henry Sichel, General Manager e Responsabile Corporate, Governance e HR di Caffeina, Creative Digital Agency con sede a Parma, Milano e Roma.

Caffeina è una Creative Digital Agency che abbraccia la sfida di creare un impatto reale grazie a campagne creative e progetti di innovazione tecnologica che mettono in contatto persone e brand grazie ad opportunità digitali. Vanta nel suo team 110 nativi digitali, i quali lavorano a progetti innovativi che mettono a sistema Creatività, Tecnologia e Marketing. L’agenzia è divisa in due macro-aree, Organization e Factory. La prima divisione, Organization, ha il compito di sostenere la struttura e di garantire al Cliente la continuità delle attività, grazie alle unit di Client Services, Operations, HR e Finance. La seconda, la Factory, composta dalle unit Strategy, Technology, Experience Design, Content, Creativity e Media, è dove nascono le idee e si trasformano in progetti e campagne dall’impatto reale, che permettono ai nostri Clienti di raggiungere i propri obiettivi. Con questo approccio, Caffeina si pone come partner di brand e aziende, dando alla parola partner un significato composto da tre valori: fiducia reciproca, focus sugli stakeholder del progetto, e il fine di generare un impatto concreto sui progetti realizzati insieme.

Per quali beni usufruisce del leasing operativo?

Noi utilizziamo il leasing operativo per tutte quelle attrezzature che diamo in dotazione ai nostri dipendenti, quindi parliamo sostanzialmente di computer portatili e le relative periferiche (mouse, tastiere, schermi). In poche parole il “kit operativo” dei nostri dipendenti.

Per quali motivi consiglia il leasing operativo ai colleghi che operano nello stesso settore?

Lo consiglierei innanzitutto perché è una formula flessibile, consente di essere ritagliata attorno alle esigenze di approvvigionamento di attrezzature dell’azienda. Permette inoltre di diluire nel corso del tempo l’esborso finanziario, ha dei vantaggi dal punto di vista fiscale e soprattutto nel nostro caso permette un rinnovo continuativo nel tempo del parco attrezzature nel momento in cui subentrano fenomeni di obsolescenza. Apparecchiature come i computer, infatti, hanno una vita utile nel nostro settore di due anni, massimo tre, quindi disporre di una formula di questo tipo risulta una soluzione migliore rispetto all’acquisto.

Ritengo, inoltre, sia fondamentale avvalersi di un partner come Banca IFIS Impresa per il tipo di supporto che ci ha dato dal punto di vista amministrativo e burocratico, ma anche come Rekordata, il nostro partner tecnologico, che ci ha seguito nella fase di analisi dei nostri bisogni, suggerendoci poi le formule più adeguate.

Quali sono le domande più ricorrenti che i colleghi o i suoi clienti le fanno a proposito di questa scelta?

Ci chiedono come mai sia una scelta lungimirante, efficace, coerente, perché sia effettivamente utile e che tipo di limitazioni ci siano all’utilizzo delle attrezzature, parlo di policy per esempio, in merito al fatto che effettivamente le attrezzature non siano concretamente di proprietà di Caffeina, ma di proprietà di un terzo soggetto. Sono tutte domande a cui è molto semplice rispondere perché, nel momento in cui ovviamente si definiscono delle policy di utilizzo chiare e delle coperture assicurative adeguate, alla prova dei fatti non ci sono limitazioni particolari.

Acquisite tutti i beni ricorrendo al leasing operativo o usufruite anche di altri servizi?

Nella maggior parte dei casi acquisiamo i beni con questa formula, esistono casistiche per beni particolari o per volumi molto ridotti o urgenze specifiche in cui ricorriamo all’acquisto diretto, però sono casi atipici, la normalità invece per noi è l’utilizzo di questo tipo di soluzione.

L’azienda ha tratto vantaggio dalle detrazioni fiscali consentite dalla Legge di Bilancio 2018?

Noi sfruttiamo le possibilità di agevolazioni fiscali che vengono offerte, quindi nel momento in cui abbiamo ritenuto opportuno applicarle lo abbiamo fatto. In generale pensiamo sia utile ed efficiente valorizzare queste misure, vale dunque per il leasing, ma anche ogni qual volta l’azienda sia eleggibile per questo tipo di provvedimenti.

Torna all'archivio di "Beni Tecnologici"
Show Buttons
Hide Buttons