Leasing auto per privati: quali sono le sue caratteristiche?

13.03.2019 • Antonella Cimagalli

È una via di mezzo tra l’acquisto e il noleggio a lungo termine, ma in più rappresenta una formula intermedia che riunisce i vantaggi di entrambe le soluzioni. Stiamo parlando del leasing auto per privati, ovvero per coloro che non possiedono una partita IVA. Fino a qualche anno fa infatti, questa possibilità era destinata solo ai professionisti o alle aziende, che hanno bisogno di rinnovare spesso il “parco auto”. Adesso però, anche i privati possono accedere a questo tipo di leasing, a patto che dimostrino che l’automobile sia necessaria per lo svolgimento del loro lavoro.

Quali sono allora i vantaggi per un privato, rispetto all’acquisto di un’auto o al noleggio a lungo termine? Innanzitutto, non è necessario immobilizzare il capitale, come quando si compra un’automobile. Il noleggio poi, non rappresenta nessun diritto di proprietà sul veicolo: una volta terminato il periodo del contratto, il mezzo torna in pieno possesso dell’agenzia. Con il leasing auto per privati, al contrario, alla fine del contratto stabilito, si prospettano diverse opzioni per il cosiddetto lessor, ovvero il cliente che utilizzerà l’auto. Vediamo le possibilità:

  • Restituire l’auto;
  • Sceglierne una nuova;
  • Concludere il contratto senza rinnovarlo;
  • Riscattare l’auto, versando una maxi-rata finale e diventarne il proprietario;

Il leasing auto per privati funziona in modo molto semplice: il cliente versa alla società di leasing un anticipo (la maxi-rata iniziale, che rappresenta una garanzia sul debito), e ogni mese paga un canone per l’utilizzo. Solo alla fine del contratto, di solito quinquennale, l’utilizzatore può diventare il proprietario del mezzo, pagando la maxi-rata finale, a cui accennavamo prima. Inoltre, scegliendo il leasing, il privato – se previsto dal contratto, ma nella maggior parte dei casi lo è – non dovrà più pensare a nulla: la manutenzione del veicolo è infatti compresa nel canone mensile, così come il bollo auto e l’assicurazione. Stesso discorso anche per il tagliando: basterà portare l’automobile presso un’officina autorizzata, senza spendere un euro.

I contratti di leasing auto per privati non riservano sorprese, perché tutto viene stabilito prima. Viene decisa la durata del canone da versare e l’importo mensile, in genere pagato tramite addebito su un conto corrente bancario e si concorda a chi spetta il pagamento di eventuali spese fisse. Inoltre, nel contratto si specifica il diritto delle società di leasing – se il cliente non riuscisse a corrispondere le rate mensili – di richiedere la risoluzione del contratto stesso, e ovviamente la restituzione del veicolo.

La formula del leasing auto per privati, sta avendo molto successo, tanto che alcuni addetti ai lavori, propongono opzioni che non prevedono più il versamento della maxi-rata iniziale. In pratica, senza nessun anticipo, si può iniziare a guidare l’auto, e ogni mese si pagherà sempre lo stesso canone.

 

Torna all'archivio di "Auto e Veicoli"
Show Buttons
Hide Buttons