Incentivi leasing 4.0: ecco i principali a favore delle PMI

6.05.2019 • Antonella Cimagalli

Non sempre è facile avere una visione completa degli incentivi che si possono ottenere per investire tramite leasing, in beni o macchinari 4.0. La burocrazia è tutt’altro che semplice, spesso poi le agevolazioni subiscono modifiche ed è davvero difficile restare aggiornati.

L’iperammortamento

L’iperammortamento, per esempio, è una delle colonne portanti del cosiddetto Piano Industria 4.0: si tratta di un incentivo che premia le aziende intenzionate ad investire in tecnologie rivolte alla trasformazione digitale. La misura, presente nella Legge di Bilancio 2019, prevede l’incremento fino al 170% del valore dei beni strumentali (anche in leasing) da portare in ammortamento, consentendo di conseguenza di ridurre la base imponibile. L’iperammortamento riguarda gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2019, ma sono considerati validi, ai fini dell’agevolazione, anche i beni accettati entro la fine dell’anno, a condizione che sia stato versato un acconto minimo del 20%.

Le aliquote sono tre:

  • 170% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro
  • 100% per investimenti fino a 10 milioni di euro
  • 50% per investimenti fino a 20 milioni di euro

Quali sono gli investimenti ammessi?

  • Beni strumentali – anche in leasing – il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori.
  • Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità.
  • Dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza.

La Nuova Sabatini

Per sostenere la crescita delle aziende, tramite il ricambio del parco macchine e lo sviluppo della digitalizzazione, la Nuova Sabatini è un’ottima soluzione per ottenere il leasing o il finanziamento di beni strumentali ad uso produttivo, impianti e tecnologie hardware e software. La Nuova Sabatini è un’agevolazione che, grazie al Decreto Crescita, ha visto aumentare fino a 4 milioni di euro il tetto massimo finanziabile. Un’altra novità, rispetto agli scorsi anni, è che si può ottenere il contributo in un’unica soluzione, se il finanziamento è inferiore ai 100 mila euro, in ogni caso non deve avere una durata superiore ai 5 anni.

Per aiutare i propri clienti a muoversi nell’intricato mondo delle agevolazioni per i beni in leasing, Banca IFIS Impresa ha pensato di proporre nuove soluzioni: Sabatini Base e Plus e Servizio Certificazione 4.0. Dal 15 aprile infatti, è nato un servizio per assistere le imprese nel presentare la domanda, tenere la rendicontazione finale e gestire le richieste annuali dei contributi che riguardano la Nuova Sabatini. Non solo. Per avere diritto agli incentivi, è necessario che i macchinari oggetto dell’investimento abbiano una certificazione 4.0, anche per quello che riguarda l’iperammortamento. D’ora in poi, si potrà ottenere grazie all’accordo con il Partner ICIM S.p.a.

Con queste nuove iniziative, Banca IFIS Impresa affianca e supporta i propri clienti in maniera ancora più efficace e pratica, offrendo soluzioni per la crescita delle aziende.

Torna all'archivio di "Beni Industriali"
Show Buttons
Hide Buttons