Industria 4.0: le imprese guardano all’innovazione tecnologica

10.06.2019 • Andrea Bonso

Per quanto riguarda l’industria 4.0, il 2019 può e deve essere davvero un anno chiave. Per la prima volta nella storia, infatti, nel 2018 l’automazione industriale italiana ha superato la soglia dei cinque miliardi di euro (5,3 mld) e questo grazie soprattutto al biennio 2017-18 che ha visto crescere le commesse delle aziende del settore (+ 7,1% rispetto al 2017).

Questi sono solo alcuni dei dati riportati da Anie automazione, i quali sottolineano il forte impatto delle tecnologie legate ad Industria 4.0: le interfacce uomo-macchina, ad esempio, crescono su base annua del 10,2%. Quello che registra lo scatto più interessante, però, è il networking industriale (+25,5%), a conferma della volontà di sempre più aziende di abbracciare l’innovazione tecnologica.

Anche le esportazioni crescono (+4,2%), ma è la domanda interna il vero motore del settore nell’Industria 4.0: in due anni, i consumi nazionali di queste tecnologie sono lievitati di quasi un miliardo (da 4,4 a 5,3 mld).

Una recente ricerca di Deloitte ha evidenziato la necessità delle aziende di adottare tecnologie 4.0 per mantenere un vantaggio competitivo anche in futuro. Ciò rappresenta un aspetto cruciale per un’impresa su tre e le attenzioni sono rivolte in modo particolare alle soluzioni mobili (citate nel 64% dei casi) e cloud (51%), mentre meno sentite come priorità sono le applicazioni della robotica (29%), dell’Internet of Things (14%) e soprattutto dell’intelligenza artificiale (3%).

Si rilevano però anche alcune criticità, perché il rovescio della medaglia ci mostra una frenata negli investimenti, con il rischio che questa tendenza si espanda anche ad altri settori. Inoltre si nota anche una certa diffidenza da parte delle imprese manifatturiere e un calo della disponibilità di know-how: per questo, non tutti sono ottimisti quando si pensa al futuro.

Il 2019 si presenta quindi come un anno decisivo per l’industria 4.0: non solo è necessario confermare i trend positivi dell’ultimo periodo, ma anche alimentare un ulteriore crescita del settore, con la speranza di ritrovare fiducia per ciò che verrà.

Torna all'archivio di "Beni Industriali"
Show Buttons
Hide Buttons