Nuova Sabatini: confermato il rifinanziamento per il 2020

15.11.2019 • Antonella Cimagalli

La notizia è di quelle rassicuranti per le imprese che vogliono accedere alle agevolazioni del Ministero dello Sviluppo Economico: la Nuova Sabatini sarà rifinanziata. La Legge di Bilancio 2020, infatti, prevede lo stanziamento di nuovi fondi, per un ammontare di 105 milioni di euro per il 2020 e 435 milioni dal 2021 al 2025.

La Nuova Sabatini sostiene gli investimenti per l’acquisto o l’acquisizione in leasing di beni strumentali necessari per la propria attività, accrescendo la competitività delle imprese e dando nuova spinta all’economia del Paese.

Quali sono le principali novità previste dal rifinanziamento della Nuova Sabatini? Per le PMI del Sud e delle Isole che effettueranno investimenti 4.0, la misura prevede un aumento del contributo fino al 100%. Non manca poi un occhio di riguardo al green: il 25% delle risorse verrà destinato all’acquisto di macchinari a basso impatto ambientale.

Secondo i dati del Mise relativi ad ottobre 2019, la dotazione finanziaria disponibile è pari all’11%: i fondi sono quindi in via di esaurimento. Un inequivocabile segnale di gradimento per la Nuova Sabatini da parte delle aziende, che hanno saputo cogliere appieno le opportunità offerte da questa misura.

 

Quali sono i requisiti per accedere ai finanziamenti?

L’accesso è consentito alle PMI di tutti i settori – escluse le attività finanziarie e assicurative – che alla data di presentazione della domanda siano regolarmente costituite e iscritte nel registro delle imprese.

Nello specifico, le aziende che vogliono accedere alla Nuova Sabatini

  • devono avere sede operativa in Italia
  • devono godere pienamente dei propri diritti, non essere sottoposte a liquidazione volontaria, a procedure concorsuali e non essere in difficoltà economica
  • non devono rientrare tra i soggetti che hanno ricevuto, e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati come illegali o incompatibili dalla Commissione Europea.

 

Cosa è possibile finanziare con la Nuova Sabatini?

La Nuova Sabatini permette l’acquisto o l’acquisizione in leasing di beni strumentali necessari all’attività della propria azienda, nel dettaglio:

  • Macchinari
  • Impianti
  • Attrezzature
  • Hardware, software e tecnologie digitali

L’importo complessivo dell’investimento non può essere inferiore a 20 mila euro, né superiore ai 4 milioni di euro. Il cosiddetto Decreto Crescita, entrato in vigore la scorsa estate, ha infatti raddoppiato il tetto massimo di finanziamento ammesso al contributo e semplificato l’iter per la richiesta, permettendo anche l’erogazione del contributo in un’unica soluzione. Unica condizione, l’importo del finanziamento non deve essere superiore ai 100 mila euro.

Torna all'archivio di "Agevolazioni agli Investimenti"
Show Buttons
Hide Buttons