Incentivi per l’energia sostenibile: il bando Smart Grid

26.03.2020 • Beatrice Maurizi

L’Italia si impegna giorno per giorno per sfruttare sempre più l’energia sostenibile. Il bando Smart Grid si rivolge, infatti, ai concessionari del servizio pubblico di distribuzione dell’energia elettrica operanti in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Quali sono gli obiettivi del bando?

Il bando Smart Grid mira ad integrare l’energia sostenibile, cioè quella prodotta da fonti rinnovabili nel sistema elettrico nazionale e a promuoverne l’utilizzo. A questo scopo verranno finanziate tutte le opere che prevedono la costruzione, l’adeguamento e il potenziamento di infrastrutture per la realizzazione di reti intelligenti (smart grid). Lo scopo è appunto quello di soddisfare una fetta sempre più ampia del fabbisogno energetico nazionale attraverso l’impiego di energia sostenibile.

Il finanziamento per l’energia sostenibile: modalità di accesso

Le risorse rese disponibili dal Programma Operativo Nazionale (PON) “Imprese e Competitività” ammontano a quasi 24 milioni di euro, a questi si potranno eventualmente aggiungere fondi provenienti dal PON “Energia e sviluppo dei territori”. Tali programmi fanno parte di una più ampia programmazione comunitaria, definiscono dunque il campo di applicazione dei Fondi Strutturali Europei, il principale strumento finanziario attraverso cui si esprimono le politiche regionali dell’Unione Europea dedicate al rafforzamento della coesione economica, sociale e territoriale e alla riduzione del divario tra le regioni più e meno avanzate.

Nel caso del bando Smart Grid il finanziamento è concesso nella modalità della sovvenzione diretta. Ogni progetto a sostegno dell’ampliamento delle reti intelligenti e della diffusione dell’energia sostenibile dovrà avere:

  • Importo minimo: 250mila euro
  • Importo massimo: 50 milioni di euro

Sono ammessi all’agevolazione i costi sostenuti a partire della data di presentazione della domanda fino al 31 dicembre 2023.

Quando presentare la domanda?

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 2 maggio 2020 fino alle ore 10:00 del 1° giugno 2020 tramite la piattaforma informatica stabilita dal Ministero dello sviluppo economico. Si potrà accedere alla piattaforma per richiedere le credenziali a partire dal 27 aprile 2020.

Per tutti i dettagli e per scaricare i documenti necessari alla domanda, si può fare riferimento al sito del Ministero dello sviluppo economico.

Torna all'archivio di "Agevolazioni agli Investimenti"
Show Buttons
Hide Buttons