Firma digitale: strumenti sempre più smart per le imprese che scelgono il leasing

7.05.2020 • Silvia Creponi

In un periodo di così intenso distanziamento sociale, in cui ogni tipo di relazione è fortemente mutata a causa dell’emergenza sanitaria e dalla necessità di contenere quanto più possibile la diffusione del virus, la tecnologia si rivela un facilitatore importantissimo. Tra gli strumenti a disposizione delle aziende, la firma digitale è sicuramente uno dei più utili in quanto permette ad imprese e professionisti di non bloccare la propria operatività.

Oggi la digitalizzazione dei processi permea ogni ambito della nostra vita, anche se tutto questo è iniziato ben prima del lock down. Ciononostante, il Covid-19 ci ha messo di fronte ad una situazione nuova: se prima innovare era importante per tutte quelle aziende che volevano cavalcare il cambiamento ed essere pionieri di una nuova forma di fare business, oggi tutto questo è imprescindibile per poter continuare a lavorare garantendo la sicurezza delle persone.

La firma digitale in pillole

Il lock down ha limitato fortemente non solo gli spostamenti, consentiti unicamente per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità, ma anche l’operatività delle aziende. Perché quindi uno strumento come la firma digitale può fare la differenza?

Perché consente a professionisti e imprese di firmare digitalmente, e quindi da remoto, qualsiasi tipo di documento, dai contratti alle fatture. La firma digitale corrisponde infatti alla tradizionale firma autografa in ogni aspetto: questo significa che ne possiede le medesime caratteristiche, con in più i vantaggi di uno strumento digitale.

  1. Garantisce l’identità del sottoscrittore e ne conferma quindi la validità.
  2.  Assicura l’integrità di un documento, garantendo che questo non sia stato modificato dopo la sottoscrizione.
  3.  Attribuisce piena validità legale al documento firmato.
  4.  Consente di snellire i processi in totale trasparenza, riducendo in maniera significativa i tempi di lavorazione e la gestione cartacea dei documenti. Questo significa, tra le altre cose, velocità e sostenibilità.

Leasing e firma digitale: uno strumento sempre più smart al servizio delle imprese

Tra i diversi documenti che un’azienda o un imprenditore può sottoscrivere tramite firma digitale, ci sono anche i contratti di leasing e noleggio.

L’impresa o il professionista che si appresta a rinnovare il proprio parco auto o ad investire in tecnologie all’avanguardia per il proprio business avrà quindi la possibilità di concludere l’iter contrattuale da casa (o dalla propria scrivania) grazie alla firma digitale.

Tra chi offre questo tipo di strumento c’è anche Banca Ifis. La Banca, che già offriva ai propri clienti leasing e noleggio la firma digitale, di recente ha migliorato il servizio per offrire un prodotto sempre più smart, efficiente e innovativo.

Da oggi infatti è attiva la firma digitale con smart card o token USB. Cosa cambia in concreto per chi sottoscrive un contratto di leasing o noleggio con Banca Ifis?

• La documentazione viene scambiata via PEC. Questo permette di firmare i documenti anche a distanza.
• Non è più necessario il riconoscimento de visu del firmatario.
• È possibile sottoscrivere tutte le tipologie di garanzie.

Semplicità, velocità e sicurezza: tre elementi essenziali in un periodo in cui aziende e imprenditori vogliono ripartire dopo il lock down, nel pieno rispetto delle limitazioni necessarie a garantire la sicurezza dei proprio lavoratori.

Torna all'archivio di "Leasing e Noleggio"
Show Buttons
Hide Buttons