Incentivi per le imprese: tutte le novità dei decreti-legge

21.10.2020 • Antonella Cimagalli

Misure per sostenere e rilanciare l’economia italiana, agevolazioni per aiutare le aziende travolte dal Covid-19 a rimettersi in moto. Il Governo ha adottato numerosi provvedimenti per spingere la ripartenza e alcuni hanno portato novità interessanti per le PMI. Tra i principali incentivi per le imprese, il rifinanziamento per 64 milioni di euro della Nuova Sabatini e l’aumento del Fondo di garanzia per 7,3 miliardi di euro. Risorse pari a 50 milioni di euro anche per i voucher Innovation Manager, stanziati per i progetti del 2021.

Nuova Sabatini: cosa cambia

Con oltre 97 mila domande presentate entro lo scorso luglio, la Nuova Sabatini è tra gli incentivi per le imprese più apprezzati. L’agevolazione sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali. Nel corso del 2020, questo provvedimento ha subito diversi interventi da parte dell’Esecutivo. Rifinanziata dalla Manovra con 105 milioni di euro per l’anno in corso e 435 milioni dal 2021 al 2025, la Nuova Sabatini ha visto arrivare nuova liquidità – come ricordato pari a 64 milioni di euro – grazie al decreto Agosto mentre il decreto Semplificazioni ne ha modificato la soglia di finanziamento, innalzandola da 100mila a 200mila euro in un’unica soluzione. Ma c’è di più: aumentano anche i contributi statali, che vengono maggiorati, dal 30% si arriva al 100%, per gli investimenti Industria 4.0 nel Mezzogiorno. Con la cosiddetta Sabatini Sud infatti, si rafforzano gli incentivi per le imprese micro e piccole che effettuano investimenti innovativi nel Meridione, più precisamente in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna.

 

 

Fondo di garanzia PMI: rifinanziamento miliardario

Tra gli incentivi per le imprese, va segnalato anche l’aumento del Fondo di garanzia per le PMI di 7,3 miliardi di euro nel triennio 2023-2025, per favorire in questo modo l’accesso al credito, grazie ad una garanzia pubblica. Il Fondo si estende ad un numero maggiore di imprese, includendo anche quelle che sono state ammesse alla procedura del concordato con continuità aziendale, che hanno stipulato accordi di ristrutturazione dei debiti oppure hanno presentato un piano al riguardo. La condizione è che alla data della presentazione della domanda per l’accesso al Fondo, le esposizioni dell’impresa non siano classificabili come deteriorate e non presentino importi in arretrato.

Voucher Innovation Manager: 50 milioni per il 2021

Il decreto Agosto ha stanziato altri 50 milioni di euro a fondo perduto a sostegno del rinnovamento in chiave 4.0 delle imprese italiane. La cifra è relativa alle prestazioni di consulenza di Manager dell’Innovazione che si occuperanno dei processi di trasformazione digitale e tecnologica delle PMI. Una figura professionale sempre più ricercata, quella dell’Innovation Manager, che si inserisce temporaneamente nelle aziende, portando la sua esperienza per il periodo necessario alla trasformazione e aiutandole a migliorare la produttività, grazie all’introduzione di nuove tecnologie.

 

 

Torna all'archivio di "Agevolazioni agli Investimenti"
Show Buttons
Hide Buttons