L’auto ibrida è il mezzo prediletto dagli italiani

12.11.2020 • Beatrice Maurizi

In un anno in cui le nostre abitudini sono state stravolte a più riprese, l’auto rimane una delle certezze degli italiani. Ad affermarlo sono i dati del sondaggio “Come cambiano le abitudini ai tempi del COVID” condotto da Areté ad ottobre 2020: le persone intervistate mostrano una crescente diffidenza verso la mobilità collettiva (scelta solo dal 9%) e prediligono l’auto, mezzo primario per gli spostamenti abituali del 70% degli italiani, il restante campione sceglie di muoversi a piedi, in auto o con soluzioni in sharing.

Gli incentivi auto: l’ibrido sembra convincere i consumatori

In questo contesto di ritorno alle quattro ruote si inseriscono anche gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche e ibride. Al momento solo il 7% ne ha usufruito, ma il 46% del campione dichiara di volersene servire nei prossimi mesi. Una prospettiva che potrebbe alimentare una graduale ripresa del mercato automotive dopo la forte crisi derivata dal lockdown.

Il sondaggio ha approfondito anche la propensione degli italiani a preferire alcune soluzioni in termini di alimentazioni, acquisto e rapporto con il concessionario. L’ecobonus auto sembra convincere il 63% degli intervistati, anche se, analizzando il dato, il vero vincitore è l’ibrido scelto dal 46% degli intervistati contro il 17% che opterebbe per il full eletric, mentre il diesel scende all’11%. Ad indirizzare la maggioranza verso le auto ibride ed elettriche sono il risparmio economico (58%) e il minore inquinamento prodotto (40%).

 

 

La fase di scelta e acquisto dell’auto

Relativamente al rapporto con il concessionario la clientela continua a guardarvi come al luogo prediletto per la trattativa, pur accettando di dare avvio al processo online è in sede che preferiscono concluderlo. Ben il 66% del campione però non disdegna Whatsapp come strumento di contatto a distanza per ricevere informazioni, video, immagini relative al prodotto. Infine, il 26% ha apprezzato alcune iniziative di test-drive a domicilio.

Solo il 30% del campione dichiara però di voler acquistare la propria auto in contanti, prediligendo soluzioni alternative quali: finanziamenti, leasing e noleggio a lungo termine. Tra gli operatori che hanno coniugato fin dall’inizio il leasing all’elettrico e all’ibrido vi è Banca Ifis che durante il 2019 si è fatta promotorice nel mondo business di una mobilità più sostenibile integrando nella sua offerta numerose vetture elettriche e ibride adatte alle esigenze sia delle imprese che dei liberi professionisti. Nel 2020, inoltre, l’istituto ha visto raddoppiare i propri leasing per vetture elettriche, prova di un mercato che sta via via crescendo.

 

 

Torna all'archivio di "Auto e Veicoli"
Show Buttons
Hide Buttons