Leasing per l’agricoltura: nuovo slancio con il PNRR

3.08.2021 • Beatrice Maurizi

Innovazione e sostenibilità queste le direttrici che dovranno guidare il settore agri-food nei prossimi anni, anche grazie al supporto di strumenti finanziari quali il leasing per l’agricoltura. Ulteriori risorse saranno i fondi del PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) e la Nuova Sabatini, rifinanziata per 600 milioni dopo il rapido esaurimento nei primi mesi del 2021. Al rifinanziamento si è accompagnata anche una semplificazione delle procedure con l’erogazione da parte del Mise del contributo in un’unica soluzione per le quote residue (nel caso di domanda precedente al 1° gennaio 2021) o dell’intera quota (nel caso di domanda successiva al 1° gennaio 2021).

 

Il leasing per l’agricoltura: verso la transizione ecologica

Gli obiettivi del PNRR e del rifinanziamento della Nuova Sabatini guardano nella medesima direzione: quella dell’innovazione nell’ambito dei macchinari e degli strumenti utilizzati nel settore agricolo. Sono strettamente legati a questo aspetto anche gli obiettivi di transizione ecologica presentati a livello europeo, ambito in cui il comparto sarà tenuto a fare la sua parte.

Quale strumento può supportare tale progettualità? Certamente il leasing per l’agricoltura è una soluzione che ha già dimostrato il suo successo soprattutto in combinazione con la Nuova Sabatini, utile risorsa per il rinnovamento del parco macchine.

I dati Assilea evidenziano come a partire dal 2015, infatti, gli investimenti in leasing per l’agricoltura siano cresciuti progressivamente, con un incremento del leasing ad aziende agricole del 50% nel 2020. Si pensi che il leasing di macchinari agricoli è salito al primo posto tra i beni strumentali affermandosi con un peso del 20% sull’intero comparto. Inoltre, un peso notevole hanno avuto i leasing 4.0 che hanno portato ad un aumento del valore degli investimenti di quasi il 40%, i macchinari agricoli rappresentano, infatti, ben il 31,6% dello stipulato leasing con Tecno Sabatini 4.0.

Relativamente all’anno in corso le prospettive evidenziano un raddoppiamento del leasing per l’agricoltura fino ad aprile 2021 a cui si accompagna una forte richiesta di finanziamenti a medio-lungo termine da parte delle imprese del settore agri-food. Le ipotesi di crescita sia del fatturato delle aziende che del leasing per l’agricoltura risultano incoraggianti.

Con il rifinanziamento per 600 milioni della Nuova Sabatini prima e con l’arrivo dei fondi del PNRR poi il settore può dunque guardare al futuro pronto ad affrontare le sfide di mercato con gli strumenti adatti: il leasing per l’agricoltura in primis.

 

 

Torna all'archivio di "Beni Agricoli"
Show Buttons
Hide Buttons